Starnuto inverso: conoscere le cause e i sintomi del problema

Lo starnuto al contrario nei cani è un problema comune e può spaventare alcuni tutor. Si manifesta come un suono forte e russante che, per molti, ricorda il soffocamento.

Ma, dopo tutto, lo starnuto al contrario è davvero serio? Quali sono le sue cause? E cosa fare per aiutare l'animale in tempi di crisi?

Abbiamo chiesto l'aiuto del veterinario di Petz, la dott.ssa Ligia Antocheski Garcia, per porre fine a questi dubbi sull'argomento. Controlliamolo?

Cos'è lo starnuto al contrario?

starnuto al contrario

Sai perché starnutiamo? Sia per noi che per i cani, lo starnuto tradizionale non è altro che un meccanismo di difesa per l'organismo.

Infornato ogni volta che qualcosa ostruisce e irrita le nostre vie respiratorie, starnutire ci fa espellere l'aria attraverso i polmoni con forza, espellendo il corpo estraneo. Pertanto, il flusso generato da alcuni starnuti può raggiungere fino a 160 km / h!

Nel caso di starnuti inversi nei cani , noto anche come respirazione inspiratoria parossistica, invece di espellere, l'organismo dell'animale getta aria nella cavità nasale.

Ciò rende difficile la respirazione e produce un caratteristico suono di tosse.

Perché succede lo starnuto al contrario?

Ci sono diversi motivi per cui il tuo cucciolo starnutisce , quando si tratta di starnutire al contrario, le cause sono le stesse che innescano starnuti convenzionali. È quindi causato da qualsiasi fattore che causa ostruzione delle vie aeree.

Come nei casi di accumulo di secrezione, inalazione di sostanze chimiche, polvere o acqua, allergie, sbalzi di temperatura, presenza di polipi o neoplasie, tra gli altri.

Ci sono cani più inclini a invertire lo starnuto?

Secondo la dott.ssa Ligia, tutti i cani, indipendentemente dalle loro dimensioni e razza, potrebbero sperimentare starnuti ad un certo punto. Il motivo per cui alcuni cani hanno starnuti inversi ricorrenti e una maggiore predisposizione al problema ha a che fare con l'anatomia.

"È più comune nei cani piccoli e brachicefalici (con muso appiattito) a causa di cambiamenti anatomici caratteristici, come il prolungamento del palato molle e la stenosi delle narici", spiega il veterinario.

Tra le razze citate dallo specialista vi sono carlino, shih-tzu, lhasa apso, pechinese, bulldog francese e bulldog inglese.

Come riconoscere questo problema nei cani?

cane malato

Guardare questa situazione su un cane per la prima volta non è un'esperienza piacevole. L'aria gettata nella cavità nasale la fa sentire come una tosse, come se il cane stesse soffocando .

E non è raro che i tutor confondano lo starnuto inverso con il soffocamento. Dopotutto, oltre al suono caratteristico, l'animale ha anche il collo allungato, le zampe anteriori aperte e gli occhi larghi o chiusi.

La crisi dello starnuto al contrario, fortunatamente, non dura più di un minuto o due.

Come procedere in caso di crisi?

salute del cane

Secondo la dott.ssa Ligia, il primo passo è quello di mantenere la calma, poiché la disperazione rende l'animale ansioso, peggiorando i sintomi. Un metodo per trattare lo starnuto inverso è massaggiare la gola e coprire brevemente le narici del cane.

"Questo aiuta il cane a deglutire, risolvendo il problema", aggiunge. Ricordando che, in caso di crisi ricorrenti, il veterinario dovrebbe essere consultato per una valutazione.

Crollo tracheale e starnuto inverso: come differenziare?

Il collasso tracheale è una malattia progressiva, caratterizzata da cambiamenti anatomici nella trachea. Solo un veterinario, dopo la valutazione clinica e gli esami complementari, sarà in grado di indicare con certezza l'origine della condizione.

Tuttavia, una delle principali differenze tra loro è che, mentre nello starnuto al contrario il cane è di solito in piedi, con il collo allungato e le zampe anteriori aperte, possono verificarsi crisi di collasso tracheale quando l'animale si trova in altre posizioni.

È importante guardare il tuo migliore amico. Se, oltre a starnutire, ha anche vomito, svenimento, stanchezza, rigurgito, secrezione nasale o se gli attacchi sono molto frequenti o impiegano troppo tempo a passare, portalo dal veterinario il prima possibile.

Tieni sempre aggiornati i vaccini del tuo animale domestico. Cerca la clinica specializzata Petz, la Seres più vicina a te e fissa un appuntamento!

Articoli Correlati