Sai cos'è il fieno e quanto è importante per i roditori?

Per coloro che vivono nei centri urbani, lontano da campi e pascoli, il fieno è un termine che di solito non entra nel vocabolario. Questo, ovviamente, fintanto che non sei un tutor di roditori per animali domestici! Se vai, è molto probabile che tu abbia almeno un'idea di cosa sia il fieno e l'importanza di questo oggetto per la salute dei tuoi denti.

Ne hai sentito parlare, l'hai persino comprato per il tuo animale domestico, ma hai ancora domande sull'argomento? È giunto il momento di scoprirlo e perché è così essenziale per criceti, cincillà, porcellini d'India, gerbilli e persino conigli!

Che cos'è il fieno

A differenza di quanto molti pensano, il fieno non riguarda un solo tipo di pianta. In effetti, qualsiasi miscela di erbe e legumi che attraversano il fieno può essere chiamata fieno, cioè attraverso un processo di disidratazione.

Quando si rimuove l'acqua da questi foraggi, il vantaggio è che diventano molto più durevoli e possono essere conservati per lunghi periodi di tempo. E il migliore, senza compromettere il suo valore nutrizionale originale.

Proprio per questo, il fieno, in particolare l'erba, è ampiamente utilizzato nella dieta di roditori, ruminanti e cavalli!

Importanza del fieno per i roditori

Per quanto, oggi, questi animali domestici abbiano già mangimi sempre più specifici ed equilibrati in base alla specie, il fieno dell'erba rimane essenziale nella dieta dei roditori, svolgendo le seguenti funzioni:

  • Assistere l'usura dei denti, che non smette di crescere;
  • Assistere nella formazione del bolo;
  • Promuovere il corretto funzionamento dell'intestino;
  • Aiuta a eliminare i peli ingeriti, evitando la formazione di tricobezoari;
  • Rilassare e alleviare lo stress dell'animale, specialmente se aggiunto ad altre piante, come la calendula e la camomilla.

Per quanto riguarda i vantaggi, vale la pena ricordare che sono collegati al fieno dell'erba, che garantisce un alto contenuto di fibre, come vedremo di seguito.

Differenza di fieno e erba medica

Se il fieno è tutto l'erba che passa attraverso il processo di fienagione, sono tutti uguali? Questo è ciò che potresti chiedere: con sorpresa di molte persone, la risposta è no.

In questo senso, una domanda molto frequente riguarda l'uso dell'erba medica. Alcuni tutor ritengono che possa essere offerto in abbondanza senza alcuna restrizione. Ma non del tutto.

Ecco la risposta alla differenza tra fieno e erba medica : sebbene l'erba medica venduta ai roditori sia anche un tipo di fieno, è molto più ricca di calcio e proteine ​​rispetto al fieno d'erba. Per questo motivo, il suo consumo eccessivo può causare problemi ai reni a causa del calcio, oltre a contribuire all'obesità.

Il fieno d'erba, d'altra parte, è estremamente ricco di fibre, ma povero di altri nutrienti, che lo rende un integratore alimentare sicuro con scarso valore calorico.

Quantità e frequenza

Mentre i mangimi e altri integratori alimentari dovrebbero essere dosati in base all'età e alle specie del tuo roditore, sempre secondo le linee guida del veterinario, idealmente, il fieno dell'erba dovrebbe essere sempre disponibile nella gabbia del roditore.

Pertanto, oltre a garantire il corretto funzionamento dell'intestino, possono ancora rilassarsi e indossare i denti, eliminando il rischio di malocclusione dentale.

Ci sono anche alcuni roditori, come criceti e scoiattoli mongoli, a cui piace costruire nidi con fieno d'erba!

Il fieno di erba medica, d'altra parte, non è perché comporta rischi per la salute che non dovrebbe mai essere consumato. Tuttavia, il suo utilizzo dovrebbe essere molto più moderato. Per la maggior parte dei roditori, l'ideale è offrire l'erba medica come regalo, circa una volta alla settimana.

Nel caso di cuccioli, donne in gravidanza o in allattamento, il consumo di erba medica può essere più elevato. Parla con un veterinario Petz della quantità e della frequenza appropriate in queste situazioni!

Articoli Correlati