Scopri cos'è la legge sull'abuso di animali e come funziona

Sfortunatamente, il maltrattamento di animali è sempre esistito. Tuttavia, con l'ampia portata dei social media, diversi casi recenti hanno avuto ripercussioni. Tanto che, a dicembre 2018, il Senato ha presentato una proposta di legge per aumentare la pena prevista dalla legge sull'abuso di animali .

Ma sai come funziona la legge? Segui e tieniti aggiornato su tutto ciò che dice la legge sull'abuso di animali e cosa dovresti fare se vedi qualcuno che maltratta un animale domestico.

Incontra il disegno di legge che vuole aumentare la pena

Sebbene l'ispezione abbia lasciato molto a desiderare nel corso degli anni, la legislazione che parla del maltrattamento degli animali è relativamente vecchia. Con il numero 9.605, è stato originariamente pubblicato il 12 febbraio 1998 e fa parte della legge sui crimini ambientali.

Ma, in modo che non vi siano dubbi: il maltrattamento degli animali è un crimine ! Questo è nell'articolo 32 della legge sui crimini ambientali. Lo stesso che criminalizza, "praticare un atto di abuso, maltrattamento, ferire o mutilare animali selvatici, domestici o domestici".

Oltre a condannare i maltrattamenti nei confronti degli animali domestici , la legge prevede la conduzione di "un'esperienza dolorosa o crudele su un animale vivo, anche se a fini educativi o scientifici, quando esistono risorse alternative".

Pena per infrazione alla legge

Attualmente, la sanzione prevista dalla legge sul maltrattamento degli animali va da 3 mesi a 1 anno di detenzione, oltre a un'ammenda.

Tuttavia, un disegno di legge presentato dal senatore Randolfe Rodrigues (Rede - AP) desidera aumentare la pena da 1 a 4 anni di prigione, che può essere aumentata da un terzo a un sesto in caso di morte dell'animale.

Ma, dopo tutto, quali sono considerati maltrattamenti di animali?

Di solito, quando veniamo a conoscenza di casi di abuso di animali, essi implicano aggressività, condizioni malsane. Tra le altre situazioni estreme che mostrano la violazione della legge sui crimini ambientali.

Tuttavia, tieni presente che il termine maltrattamenti è molto più completo. Sebbene alcuni stati e comuni abbiano leggi specifiche a questo proposito, sono generalmente considerati maltrattamenti di animali domestici , come cani e gatti:

  • Tenere animali domestici in luoghi non igienici o in luoghi che impediscono la loro respirazione, movimento o riposo;
  • Lasciare il cane o il gatto esposto al sole per lunghi periodi di tempo o, al contrario, senza alcun tipo di illuminazione;
  • Costringere l'animale a lavorare eccessivamente, anche nelle competizioni che possono causare panico, stress o sforzi gravi;
  • Colpire, mutilare o ferire volontariamente qualsiasi organo dell'animale domestico (ad eccezione della procedura di castrazione);
  • Non fornire assistenza veterinaria in caso di incidenti o malattie;
  • Non garantire cibo e acqua per l'animale.
  • Abbandono di cani e gatti.

Analizzando attentamente l'elenco, puoi vedere come i maltrattamenti non siano isolati e distanti dalla nostra vita quotidiana. In realtà, sono molto più frequenti di quanto pensiamo.

Come presentare un reclamo adatto alla legge sull'abuso di animali?

Ora che sai cosa c'è nella legge sull'abuso di animali, hai maggiori probabilità di imbatterti in una situazione che è dannosa per gli animali domestici nel tuo quartiere. E, per non avere dubbi su come proteggere gli animali di strada , segui le misure che devono essere prese.

Il primo passo è fare del tuo meglio per raccogliere prove e prove. Per fare questo, usa il tuo smartphone per fare video e scattare foto. Un'altra alternativa è parlare con i vicini che possono essere testimoni.

Nel caso in cui venga investito o abbandonato durante il trasporto, usando un veicolo privato, annota la targa e, se possibile, scatta foto o registra un video che prova la situazione.

Dove registrare il reclamo?

Con le prove in mano, il reclamo può essere presentato attraverso diverse agenzie:

  • Stazioni di polizia: a San Paolo, la più ricercata è DEPA (Stazione di polizia elettronica per la protezione degli animali). Tuttavia, è possibile registrare l'occorrenza in qualsiasi stazione di polizia, anche attraverso il sito Web;
  • Procura della Repubblica: preferibilmente, le registrazioni devono essere effettuate tramite il sito Web o, telefonicamente, presso gli uffici del difensore civico statale;
  • Segretariati ambientali: relazione attraverso i canali di contatto di ciascuna agenzia regionale,
  • Consiglio Regionale di Medicina Veterinaria: valido solo per casi di maltrattamenti da parte di professionisti del settore. I reclami possono essere fatti attraverso i canali di servizio di ciascuna agenzia regionale.

Inoltre, secondo la nostra legislazione, tutti gli animali presenti nel nostro Paese sono sotto la responsabilità dello Stato.

Pertanto, nessun ente può rifiutare di fornire assistenza o indagare su casi di maltrattamenti. Se ciò accade, segnalalo al Ministero Pubblico!

Se trovi animali che sono stati abusati, trova la clinica Petz più vicina e portali lì!

Le cliniche hanno un team medico estremamente preparato che fornirà all'animale tutta l'assistenza necessaria per il suo recupero!

Articoli Correlati