Gatto con la febbre: come identificare una figa malata

Non sono solo gli umani a soffrire di raffreddore e influenza. Anche i gatti si ammalano e possono avere alcuni problemi di salute! Pertanto, dobbiamo sempre essere attenti ai segni principali, garantendo il meglio per i nostri amici. Ma come identificare un gatto con la febbre ?

Oltre a ciò, ci sono altre domande molto comuni sulla salute e sul benessere dei gatti. Abbiamo parlato con uno specialista per rispondere a queste e ad altre domande su come la febbre può influenzare i gatti.

Quali sono i sintomi di un gatto con la febbre

Capire che il tuo animale domestico ha la febbre può essere un compito molto difficile. "Spesso i gatti non mostrano manifestazioni molto chiare quando hanno la febbre", spiega la veterinaria Petz, la dott.ssa Tatiana Pavan.

Tuttavia, quando è malato, la figa può mostrare altri segni. Possiamo evidenziarne alcuni:

  • Perdita di appetito;
  • Apatia;
  • Debolezza;
  • Respirazione rapida;
  • Brividi;
  • Per quelli sporchi,
  • Isolamento.

Una buona igiene può fare la differenza

L'igiene dei gatti è sempre un punto di grande attenzione! I gatti sani sono molto

pulito.

Quindi se noti che il tuo amico ha i capelli sporchi e un forte odore, è un segnale di avvertimento! In tal caso, consultare un veterinario il prima possibile. In casi ancora più avanzati, l'animale può mostrare sintomi più gravi, come:

  • vomito;
  • Diarrea;
  • Tosse;
  • starnuti;
  • Rigonfiamento,
  • Naso e occhi con secrezione.

Ma non aspettare che la condizione peggiori e ti imbatti in un gatto con febbre e vomito per cercare aiuto: prima viene identificato qualsiasi problema, il trattamento più semplice ed efficace è di solito. Per non parlare del fatto che, quando cerchi una diagnosi precoce, eviti ancora i momenti di sofferenza della figa. Quindi sii veloce!

Qual è la temperatura di un gatto sano?

La temperatura media di un gatto è un alleato importante nell'identificazione della febbre. Pertanto, è essenziale sapere che questo indice dovrebbe variare tra 38,1ºC e 39,2ºC. Naturalmente, sono già molto caldi, ma se l'animale ha una temperatura più alta, è un segno di un possibile problema di salute.

Nonostante ciò, si consiglia sempre che l'animale si rivolga a uno specialista per qualsiasi diagnosi. Questo perché fattori esterni, come lo stress, possono anche cambiare la loro temperatura.

Riesci a misurare la temperatura del gatto a casa?

Rilevare la febbre al tatto può essere molto difficile. Le orecchie sono un buon punto di riferimento per stimare la temperatura. “Ma se il gatto ha l'otite, l'infiammazione dell'area può farti sbagliare. Per questo motivo, si consiglia sempre di cercare aiuto veterinario ”, rafforza la dott.ssa Tatiana.

Il modo più sicuro è misurare con strumenti specifici. Per uso domestico, il più semplice è il termometro digitale per orecchio veterinario: basta toccare la punta dello strumento all'interno delle orecchie per misurare la temperatura!

Molti specialisti, tuttavia, preferiscono misurare la temperatura rettale, in quanto è più affidabile e preciso. Ma attenzione! Questo processo è molto più delicato e l'ideale deve essere fatto solo da professionisti!

Principali cause di febbre nei gatti

Le malattie infettive, indipendentemente da chi è responsabile, sono le cause più frequenti di febbre da fica. Tra questi, possiamo evidenziare:

  • Virus dell'immunodeficienza felina (FIV), noto come AIDS felino;
  • Calicivirus, che provoca infiammazione respiratoria e oculare;
  • Piometra, infiammazione nell'utero;
  • Infiammazione in organi come reni, cuore e fegato, causata da batteri come Ehrlichia, Mycoplasma o Bartonella,
  • Malattie causate da protozoi, come toxoplasmosi, babesiosi, epatozoonosi e leishmaniosi.

"Oltre alle infezioni, ci sono anche cause non infettive di febbre nei gatti: tumori, malattie autoimmuni, malattie metaboliche, pancreatite e traumi", aggiunge la dott.ssa Tatiana. Pertanto, l'esecuzione dei test è essenziale per identificare la causa del problema e fornire il miglior trattamento.

In caso di dubbi, portare sempre l'animale dal veterinario

Il mio gatto ha la febbre, cosa devo fare ? Se noti cambiamenti nel comportamento del tuo amico a quattro zampe, cerca sempre l'aiuto di un esperto.

La febbre, infatti, non è una malattia, ma un sintomo che qualcosa non va nell'organismo della figa. Pertanto, è sempre necessario indagare su cosa sta causando questo cambiamento.

Non curare il gatto con la febbre

Non curare mai il tuo animale domestico senza consultare uno specialista, in particolare con medicinali per uso umano, come dipirone o qualsiasi antipiretico per gatti . Oltre ad essere pericoloso, combattere la febbre può mascherare i sintomi di una malattia più grave.

“La febbre è una manifestazione non specifica, cioè non è caratteristica di alcuna malattia particolare, ma piuttosto un fenomeno generico. Per questo motivo, è necessario che il veterinario associ altri componenti clinici per arrivare a una diagnosi affidabile ”, afferma la dott.ssa Tatiana.

Petz ha professionisti responsabili e formati che possono identificare il miglior trattamento per il tuo amico. In caso di emergenza, cerca la clinica di 24 ore più vicina!

Articoli Correlati