Cane avvelenato - Impara come affrontare il problema

Se sei un tutor per cani, potresti aver notato come il tuo amico ama leccare oggetti insoliti. Questo perché i cani usano molto le loro papille gustative per esplorare e riconoscere il mondo che li circonda.

Il problema è quando questo "mondo inesplorato" pone rischi per la salute. In tali momenti, è essenziale sapere come riconoscere un cane avvelenato .

Devi anche sapere come identificare le cause del problema e come agire in modo rapido ed efficace, salvando la vita del tuo amico a quattro zampe. Scopriremo come farlo?

Dopotutto, cosa può essere considerato veleno per il cane?

Quando parliamo di veleno, molte persone pensano a un cane avvelenato da pellet . Ma tieni presente che queste sostanze possono anche essere presenti nei prodotti e negli oggetti della nostra vita quotidiana.

"Sebbene i veleni siano stati comunemente usati come metodo di esecuzione, sono anche usati per controllare i parassiti e le infestanti nelle piante, nei materiali di pulizia e manutenzione, nella conservazione dei materiali da costruzione e degli alimenti", spiega il dott. Larissa Seibt, veterinaria presso Petz.

In altre parole: lo stesso prodotto che ti aiuta a mantenere la casa pulita può essere un veleno per il cane - o anche per te - se ingerito.

In questo senso, la Dott.ssa Larissa chiarisce che qualsiasi sostanza chimica che può danneggiare le funzioni del corpo può essere considerata un veleno, "specialmente quelli che sono corrosivi, cancerosi e inquinanti", aggiunge.

Cause del cane avvelenato: 4 gruppi da tenere d'occhio!

Non lasciare il cane da solo all'ingresso principale, oltre a impedire agli estranei di accedervi, è sempre una buona idea. Dopotutto, non si sa mai quando qualcuno, rilasciato o per caso, offrirà una sostanza tossica all'animale. Ma, a differenza di quanto molti pensano, questa non è la principale causa di avvelenamento tra i cani.

“In genere, entrano in contatto con queste sostanze a causa della disattenzione dei tutor. Perché sono animali curiosi, i cani finiscono per aspirare o addirittura consumare impropriamente i prodotti ”, lamenta il veterinario.

Per aiutarti a evitare questo problema, abbiamo separato di seguito 4 gruppi di prodotti comuni all'interno della casa con i quali dovresti prestare particolare attenzione:

Prodotti per la pulizia

Per evitare che un cane venga avvelenato con prodotti per la pulizia , tenere candeggina, disinfettante, alcool, tra gli altri, sempre fuori dalla portata dell'animale. Evitare di lasciarlo entrare nella stanza durante l'utilizzo di questi prodotti per la pulizia.

Medicinali

Tutti i medicinali per uso umano devono essere conservati fuori dalla portata dei cani. Inoltre, sii particolarmente attento all'uso di insetticidi, repellenti e altri che vengono applicati direttamente a casa. Per evitare problemi, preferisci sempre quelli per uso veterinario.

Impianti

Alcune comuni piante da interno sono molto tossiche per i cani, come l'anturio, il non-nessuno-posso, l'aloe vera e l'azalea. Prima di acquistare un nuovo impianto per la tua casa, prova a scoprire se è dannoso per la salute del tuo amico e, se necessario, cerca di tenerlo sempre in luoghi elevati, a cui non ha accesso.

Alimenti

Alcuni alimenti comuni - e molto deliziosi - per noi sono altamente dannosi per i cani e possono causare avvelenamenti. Tra i più famosi ci sono: aglio, cipolla, cioccolato, avocado, uva e frutta a stella. Scopri come affrontare l'intossicazione alimentare nei cani.

Quest'ultima categoria è tra i principali responsabili dell'avvelenamento canino. Dopotutto, è comune per i tutor offrire il proprio cibo ai cani come modo per compiacerli. In caso di dubbio, dai loro solo razioni e snack fatti apposta per loro!

Sintomi del cane avvelenato

  • Se l'animale ha ingerito qualche sostanza velenosa, prima agisci, migliore sarà il recupero. Pertanto, è importante riconoscere i sintomi di avvelenamento, come ad esempio:
  • vomito;
  • Mancanza di appetito;
  • Diarrea;
  • Salivazione eccessiva;
  • Prostrazione;
  • incoordinazione,
  • Difficoltà respiratoria.

La dott.ssa Larissa sottolinea che, in casi più avanzati, l'avvelenamento può persino portare all'arresto cardiorespiratorio.

Quindi, in caso di sospetto, non perdere tempo! Porta il cane in una clinica veterinaria di emergenza il più presto possibile, soprattutto se è un cucciolo.

Recupero del cane avvelenato: cosa fare?

Quando si sospetta che il cane abbia ingerito qualsiasi sostanza nociva, è importante cercare di individuare rapidamente la possibile causa dell'avvelenamento. Questo perché il trattamento varia tra le cause di intossicazione.

Quindi prova a vedere se il cane ha accesso a qualsiasi pianta, si è spostato nella spazzatura, ecc. Se l'animale sta vomitando, la dott.ssa Larissa afferma che prelevare un campione di vomito può anche aiutare il veterinario a scoprire la causa del problema e ottenere il miglior trattamento.

In questo senso, vale la pena ricordare che non dovresti mai provare a indurre l'animale a vomitare a casa e senza conoscere la causa dell'avvelenamento, poiché la necessità di induzione dipende dal tipo di sostanza.

"Se ha ingerito una sostanza che provoca danni all'esofago, indurre il vomito può aggravare la condizione", afferma il veterinario. Invece, cerca immediatamente la clinica più vicina per le cure di emergenza. Affidati al team specializzato di Petz per prenderti cura del tuo piccolo amico.

Articoli Correlati