Banho em filhotes: saiba o momento certo

Quando adotamos um filhote, ele já chega e muda toda a nossa rotina, não é mesmo? E, junto com toda a alegria de receber o pequeno, diversas preocupações aparecem também. O que dar de comer? Qual a quantidade? Será que ele está confortável? Posso dar banho em filhotes?

Sim, uma das principais dúvidas de novos tutores de cães e gatos é em relação ao banho: quando podemos banhar o filhote? Com que frequência? Quais cuidados devem ser tomados? Confira abaixo, o que os especialistas da Petz afirmam sobre o tema:

Pode dar banho em cachorro filhote?

É comum que o filhote de cachorro chegue em casa sujo depois de um tempo convivendo com a mãe e os irmãozinhos e tudo o que você quer é banhá-lo imediatamente, certo? Nós entendemos, mas é importante que alguns cuidados sejam tomados durante essa primeira higienização.

Antes de tudo: quanto tempo seu filhote tem? Especialistas recomendam que cachorros tomem banho apenas depois dos 2 ou 3 meses de vida, uma vez que, antes disso, os filhotes ainda são muito sensíveis em relação a possíveis choques térmicos com a temperatura da água, a umidade entre os pelos e, até mesmo, o estresse causado por essa experiência nova na vida deles.

Para higienizar seu filhote, portanto, evite um banho completo e opte por lenços umedecidos, retirando cuidadosamente a sujeira acumulada e reduzindo o mau cheiro.

Dopo questo periodo, è interessante che il primo bagno venga dato a casa, in famiglia e in un ambiente tranquillo, con le persone che il cucciolo già conosce e si fida.

Questo, forse, sarà il suo primo contatto diretto con l'acqua e, quindi, sentirsi al sicuro è un buon modo per associare l'esperienza a un momento piacevole e piacevole.

Scegli di fare il bagno in un negozio di animali per cuccioli dopo aver completato il programma di vaccinazione e anche quando è già abituato alla pratica.

Elenco di controllo per la cura del tuo cucciolo al momento del bagno:

  • Attenzione alla temperatura dell'acqua: non può essere né troppo freddo né troppo caldo;
  • Non usare lo shampoo sul cucciolo! Utilizzare solo prodotti per l'igiene del cane;
  • Non versare acqua direttamente sulla testa del cane. L'acqua all'interno dell'orecchio e del naso può essere molto pericolosa e il tuo animale domestico sarà sicuramente spaventato. Per pulire queste aree, utilizzare un asciugamano umido;
  • Sii gentile, non andare troppo veloce e presta attenzione alla reazione del cane. Alcuni all'inizio si abituano, mentre altri possono stressarsi;
  • In caso di molto stress, interrompere il bagno, calmare l'animale e riprovare un altro giorno;
  • Approfitta del tempo del bagno per pulire le orecchie (senza andare troppo in profondità nel condotto uditivo) e spazzolare i denti del tuo cane (sempre con uno spazzolino specifico e dentifricio per cani),
  • Meno bagni non sono buoni, ma anche l'eccesso è male! La frequenza ideale per i cani a pelo corto è di 15 giorni in estate e 30 giorni in inverno. Per animali a pelo lungo, 15 giorni in qualsiasi stagione.

Quanto tempo puoi fare il bagno a un gattino?

Alcuni dicono che è un mito, ma i gatti si prendono davvero cura della loro igiene di base e preferiscono che i loro tutori non interferiscano in questa parte.

La lingua felina è coperta da piccoli punti (chiamati punte) che rimuovono i rifiuti dal corpo e aiutano a diffondere l'oleosità, motivo per cui il famoso "bagno per gatti" è così efficace.

Non tutti, ma la maggior parte dei gatti è molto stressata a contatto con l'acqua, rendendo l'esperienza del bagno traumatica sia per loro che per i loro tutor.

Per questo motivo, i bagni per gatti dovrebbero essere eseguiti ogni tre mesi o in situazioni specifiche in cui il felino è diventato molto sporco.

Fare il bagno solo con prescrizione veterinaria, combinata? La raccomandazione di quanto tempo puoi fare il bagno a un cucciolo felino è consigliata dopo sei mesi di vita. Se hai dei dubbi, cerca il veterinario responsabile della salute del tuo piccolo.

Elenco di controllo per la cura del tuo felino al momento del bagno:

  • I gatti tendono ad essere birichini a questo punto, quindi sii calmo. Il primo contatto con l'acqua può avvenire attraverso una spugna o un asciugamano umido, passando attentamente il corpo del gatto in modo che si abitui alla sensazione;
  • La temperatura dell'acqua deve essere ambiente. Anche l'acqua calda è brutta e fredda;
  • Usa una ciotola per versare acqua sul gatto, sempre lentamente e amorevolmente;
  • Non tenere il gatto per il collo o usare un collare di sicurezza per bagnarlo. Queste sono pratiche molto stressanti per l'animale e possono causare incidenti gravi, come l'impiccagione;
  • Utilizzare solo prodotti per l'igiene specifici per gatti;
  • Dai affetto se mostra stress e interrompi il bagno se non riesce a calmarlo;
  • Se tutto va bene, prenditi il ​​tempo di spazzolare i capelli, pulire le orecchie e tagliare le unghie dell'animale. Chiedi assistenza a un esperto, che può mostrarti come eseguire tutte le procedure nel modo migliore,
  • Consiglio extra: non tagliare mai i baffi dei tuoi felini! Servono da guida per l'ambiente e comunicazione con altri animali della loro specie.

Importante: non usare mai il phon (né sui cuccioli, né sugli adulti!) Per evitare l'umidità tra i peli del tuo animale domestico! Ciò può causare gravi ustioni sulla pelle dell'animale, oltre a un sacco di stress. Per asciugare un cane o un gatto, optare per un asciugamano morbido e, se possibile, riscaldato.

Vuoi saperne di più sui cuccioli da bagno? Guarda il video che abbiamo realizzato sull'argomento!

Se hai ancora dubbi sul bagnetto dei cuccioli, cerca l'unità Petz più vicina e parla con i nostri professionisti. Inoltre, per contare sui migliori prodotti per l'igiene e la bellezza degli animali domestici, controlla i prezzi speciali nel nostro negozio di animali online. Non puoi perdere!

Articoli Correlati