Convulsioni di cani: impara ad agire

I casi di convulsioni nei cani sono abbastanza preoccupanti. Soprattutto perché sono caratterizzati da manifestazioni motorie involontarie. Il problema è anche accompagnato da altri segni, come rigidità muscolare, salivazione eccessiva (che può schiumare) e persino perdita di coscienza.

cane in bianco e nero che esamina foto

Ma l'apprensione va oltre lo spavento: come con noi, se non adeguatamente assistiti, le convulsioni canine possono avere gravi conseguenze. Conosceremo le principali cause di queste crisi e sapremo cosa fare per contenerle? Seguire!

Dopotutto, cosa succede all'organismo durante un attacco?

Come vedremo, una convulsione del cane può avere diverse cause, ma la sua caratterizzazione nel corpo è sempre la stessa. Le crisi si verificano a causa di una sorta di cortocircuito cerebrale, quando, per qualche motivo, c'è uno squilibrio nell'interazione dei neurotrasmettitori eccitatori e inibitori.

Questo, a sua volta, porta a convulsioni, che nei cani sono contrassegnate dai seguenti segni:

  • Contrazione involontaria di tutto il corpo o parte di esso (movimenti di pedalata);
  • Vocalizzazione;
  • Salivazione,
  • Perdita di conoscenza.

Per quanto riguarda il modo in cui si manifesta, è interessante notare che possono essere focali o generalizzati. La differenza è nella zona del cervello interessata.

cane bianco in esecuzione

"Un attacco focale si verifica quando solo una parte del cervello soffre di scariche disordinate di impulsi elettrici", spiega la dott.ssa Beatriz Helena Bauman Viana, veterinaria di Petz. In questi casi, afferma che spesso l'animale non perde conoscenza e ha solo pochi muscoli contratti.

Principali cause di convulsioni nei cani

Il cortocircuito cerebrale che porta a movimenti involontari può avere diverse cause. Secondo il Dr. Beatriz, tra i più comuni è possibile menzionare:

  • Avvelenamento da veleno;
  • Trauma cranico;
  • Disturbi metabolici (come ipoglicemia e insufficienza renale);
  • Infiammazione e infezioni;
  • Tumori cerebrali,
  • Epilessia.

Sebbene i sintomi convulsivi nei cani siano comuni, in alcune razze vi è la possibilità di convulsioni. Ciò è dovuto a una maggiore predisposizione genetica alle malattie che presentano convulsioni come uno dei loro sintomi.

In questo senso, razze come Beagle e Irish Setter hanno maggiori probabilità di avere l'epilessia. "Altre razze sono più inclini a malattie infiammatorie del cervello, come Yorkshire, Maltese e Lhasa Apso", sottolinea il veterinario. "Boxer e Golden Retriever hanno maggiori probabilità di sviluppare tumori al cervello."

Crisi epilettica del cane: impara ad agire

Sebbene non sia la malattia stessa, ma un sintomo, il sequestro in un cane anziano può lasciare sequele gravi e irreversibili. Pertanto, se si verifica, è importante agire per ridurre i rischi.

"Il cane può avere un danno irreversibile al cervello, spesso c'è una mancanza di ossigenazione cerebrale durante la crisi, che può portare ad aree di necrosi nel cervello", spiega il veterinario.

Per ridurre gli impatti, quando noti i sintomi di un attacco in un cane , tienilo sdraiato su un fianco in un luogo confortevole, preferibilmente imbottito. "Se la crisi non si interrompe da sola dopo due minuti, portare il cane in un ospedale veterinario per cure immediate", afferma lo specialista.

cane bianco e marrone, guardando l'orizzonte

In ogni caso, anche se la crisi passa da sola, è importante cercare aiuto il più presto possibile (idealmente, poco dopo). Pertanto, ricevere la diagnosi e la guida adeguate aiuta a prevenire nuove crisi e prevenire sequele. Dopotutto, il trattamento e la prevenzione dipendono dalla fonte del problema.

Ti è piaciuto il nostro contenuto sulle convulsioni di cani? Continua a seguire il blog Petz e i nostri social network per informazioni più importanti su come garantire il benessere del tuo bambino a quattro zampe.

Articoli Correlati